Blog del Lanificio Paoletti

La Via della Lana 2015 | Archivio Work in Progress

Lanificio

A partire da questa edizione de “La via della Lana” la parte architettonica più antica del lanificio raccoglie, in una sezione visitabile per la prima volta, i materiali inediti appartenenti all’ archivio storico aziendale, soggetti ai lavori in corso di restauro e catalogazione, commentati da un’installazione audiovisiva.

Un archivio in embrione, dove il processo di ordinamento sistematico del complesso documentario è in fase di allestimento aperto al pubblico in questa occasione speciale, con la possibilità di richiedere in visione documenti e campioni inediti da studiare in sede.

campionario di tessuto

campionario particolare

campionario schema armature

campionario storico aperto

Con questa nuova iniziativa il lanificio vuole rendere trasparente il proprio rinnovato impegno nella tutela e nella valorizzazione della memoria dei suoi manufatti, mettendo a punto le condizioni per un momento di partecipazione collettiva nei confronti di un obiettivo per il quale si stanno muovendo i primi passi importanti.

   installazione per la via della lana   vista panoramica dalla finestra

L’archivio aziendale è stato quest’anno oggetto di studio nell’ambito del progetto di ricerca Iuav condotto da Martina Bernardi “L’archivio come fonte di sviluppo del potenziale creativo ed economico nelle lavorazioni del tessile laniero”, che grazie alla collaborazione dell’archivista Francesca Sardi ha prodotto una mappa topografica concettuale di identificazione dei locali in cui sono presenti le consistenze dell’archivio, verificandone lo stato di conservazione e individuando i materiali da spostare nell’area adibita, previa pulizia per arrestarne il processo di deterioramento.

pulizia dei campionari

pulizia campionario tessuti

E’ in fase di avvio un censimento dei documenti, per il quale è stato considerato in dettaglio un deposito campione, dove sono state passate in rassegna tutte le diverse tipologie documentarie, individuando le principali serie, riconoscendone le peculiarità e soffermandosi sulle finalità di ciascuna. In questa fase intermedia, le aree interessate da un deposito archivistico sono segnalate all’interno degli spazi del lanificio, in funzione della raccolta di questi frammenti nello spazio dell’archivio, rendendo possibile la loro fruizione.

E’ in progettazione un database digitale, per il quale con la collaborazione della disegnatrice tessile Marta Sambin è stato strutturato un thesaurus, lavorando sulle diverse terminologie utilizzate da tecnici e clienti, avvicinandoci a un glossario inteso come strumento di consultazione e ricerca capace di mettere in comunicazione la manifattura tessile per la moda, la didattica e il design.

schede glossario tessile

campioni di filato

campione di tessuto    macchinari tessili

Alla progettazione dello spazio atto a ospitare l’archivio ha collaborato l’architetto Sara Marini con un rilievo degli spazi interessati e il progetto di recupero delle strutture dismesse presenti in azienda e adatte a conservare i materiali storici e a disporre le postazioni per il loro studio.

recupero dei materiali

rocche filato campionario

recupero dei materiali di archivio

operazione recupero materiali

A introduzione e commento del lavoro svolto fino a questo momento sull’archivio, un’installazione audiovisiva che si compone di un leggio, il quale regge un campionario storico, aperto su una doppia pagina rimasta da compilare, utilizzata come superficie di proiezione per il video, intitolato Bon Voyage.

installazione video  

Guarda il video

Il lanificio è descritto come luogo di passaggio: delle materie prime e dei tessuti finiti, ma anche di personaggi e di stili capaci di caratterizzare un’epoca. Il montaggio si compone di una serie di visioni oniriche che trasfigurano i materiali dell’archivio tessile del Lanificio Paoletti per raccontare l’esperienza emotiva della riscoperta di un luogo e dei momenti storici che lo hanno visto protagonista. I campioni di tessuto che hanno costruito l’identità aziendale negli scorsi due secoli vengono riletti poeticamente attraverso un immaginario naïf, in cui elementi di nature apparentemente discordanti vengono assemblati in composizioni animate utilizzando la tecnica dello stop motion.

frame video bon voyageframmento video bon voyage

Un collage in movimento che lega immagini appartenenti a contesti ed epoche eterogenee, un montaggio di atmosfere a partire dalle suggestioni evocate da un frammento di lana tessuto quasi cento anni fa, o forse ieri. I corsi d’acqua che hanno dato vita all’industria tessile a Follina diventano rotte di navigazione di un racconto tramandato all’infinito.

Photo Credit: Martina Bernardi, Nicola Lucchetta

La Via della Lana 2015 | Archivio Work in Progress ultima modifica: 2015-05-23T11:02:48+00:00 da Annalisa Giovannini
/ / / /